domenica 23 settembre 2012

I 10 comandamenti su come saldare il telaio di un chopper / bobber / moto custom - Parte 2

Proseguiamo con gli ultimi 5 de

I 10 comandamenti su come saldare il telaio di un chopper / bobber / moto custom 


6) Fate attenzione agli spifferi

 

A volte basta una piccola corrente d'aria per spostare il flusso di gas di protezione del bagno di fusione (se usate un processo di saldatura ad arco elettrico sotto protezione di gas inerte, in particolar modo il TIG), per cui accostate la porta del garage, o assicuratevi di avere un flusso di gas sufficiente da non essere spostato, ma non esagerato al punto da creare turbolenze deleterie o da raffreddare troppo in fretta la saldatura. Questo tra l'altro è un ulteriore motivo per evitare le correnti d'aria quando saldate, esse potrebbero causare un raffreddamento troppo brusco della zona termicamente alterata, rendendola fragile.


7) Duellate con l'arma giusta

 

Se vi siete documentati un po' in giro riguardo alla saldatura del telaio di un chopper prima di capitare da queste parti, è possibile che vi abbiano convinto che l'unico processo di saldatura valido per tale operazione sia il TIG. Probabilmente avrete letto che la saldatura a TIG garantisce un ottima tenuta strutturale, un controllo pressochè ineguagliabile del bagno di fusione e della quantità di materiale di apporto aggiunto volta volta, nonchè una localizzazione dell'apporto termico al pezzo molto focalizzata.
Tutto maledettamente vero.
Cè solo un piccolo particolare che di solito viene omesso: tutto questo è vero se a saldare è uno che sa il fatto suo. Se non avete mai saldato in vita vostra, probabilmente il TIG non è la strada più semplice e rapida per saldare il telaio della vostra moto, visto che è un processo che presenta senza ombra di dubbio una discreta curva di apprendimento.
Per come la vedo io, non è il processo utilizzato a fare la qualità della saldatura, ma il saldatore.
Il che significa che la cosa migliore da fare è quella di scegliere il processo che usate tutti i giorni a lavoro. Qualora vi troviate nel malaugurato caso di non trascorrere 8 ore al giorno dietro la maschera di saldatura, allora non vi resta che segliere il processo nel quale siete più esperti, quello con il quale vi sentite confidenti di essere in grado di saldare un telaio che sia sempre in grado di tenere il vostro posteriore ad una distanza di sicurezza dall'asfalto grossomodo di circa un braccio....
Siete dei mostri con l'elettrodo? Usate quello (ci sono state fatte moto intere!).  Il filo di solito è la cosa che si impara più facilmente, nonchè una delle saldatrici più rapide e versatili per quel che riguarda la gamma di spessori di metallo che consente di lavorare da avere in garage, e tra l'altro la stragrande maggioranza dei telai da moto in acciaio fabbricati industrialmente al giorno d'oggi sono saldati a filo (se non ci credete date un'occhiata da vicino ai cordoni del telaio a traliccio di una Ducati Monster ad esempio, e poi venitemelo a ridire..)
Questo non significa che dovete per forza saldare a filo il telaio della vostra moto; lo ripeto ancora una volta per essere più chiaro: scegliete il processo nel quale siete più bravi. Se doveste affrontare un duello scegliereste l'arma con cui siete più bravi no? E allora non sentitevi in dovere di usare questo o quell'altro processo di saldatura solo perchè è il processo "politically correct" da utilizzare per affrontare un certo compito.


8) Pump up the volume


La saldatura a filo se da un lato presenta l'indubbio vantaggio di essere imparata rapidamente, dall'altro nasconde in questa sua peculiarità l'insidia di essere sottovalutata nelle abilità e competenze che essa richiede.
Mi spiego meglio: la facilità con cui questo procedimento semiautomatico di saldatura consente di deporre un cordone di saldatura tra due pezzi di metallo può far correre il rischio - nel novizio non opportunamente guidato - , di ritenere buono un cordone che buono non è affatto, e con questo mi riferisco a tutti quei casi in cui il cordolo è praticamente solo un riporto globoso di metallo fuso  depositato sulla superficie dei lembi da saldare. Nella saldatura a TIG, se un cordone ha un bell'aspetto, molto probabilmente è anche un cordone valido e ben eseguito. La stessa cosa vale grossomodo per una saldatura ad elettrodo rivestito. Nella saldatura a filo invece è del tutto possibile deporre un cordone dall'aspetto apparentemente buono (ad un occhio non troppo esperto) ma che invece è superficiale e non ha ottenuto la completa penetrazione. Vi ricordo infatti che l'obbiettivo dell'intero processo di saldatura è quello di fondere i lembi dei due pezzi distinti di metallo da unire tra di loro affinchè il metallo fuso dei due corpi si mescoli a formare un corpo unico, e non quello di "incollare" i pezzi mediante un cordone di metallo deposto sopra di loro.
Se mi state ancora seguendo e non vi siete persi in strani pensieri dopo la parola "penetrazione" di qualche riga sopra, ora è il momento di tornare tra noi per il nocciolo di questo ottavo comandamento, che raccomanda di non aver paura di alzare la corrente durante la saldatura del telaio del vostro chopper, in particolar modo se lo state saldando a filo.


9) Se fa freddo, accendete il fuoco


Molti bikers pianificano gli interventi di customizzazione sulla propria moto nel periodo invernale, dopo essersi goduti la bella stagione in sella al proprio mezzo. Questo è comprensibile e perfettamente ragionevole, tuttavia se progettate di effettuare interventi strutturali sul telaio, o addirittura di costruirvelo uno per intero durante le buie sere invernali che poco invogliano a uscite con la moto, dovete tenere nella dovuta considerazione il fattore temperatura. E' fortemente raccomandabile infatti di effettuare un preriscaldo con un cannello, una torcia a propano o in mancanza d'altro anche con uno sverniciatore elettrico, dei tubi da saldare, onde rimuovere ogni traccia di umidità da loro interno e al fine di ridurre lo shock termico a cui sarebbero sottoposti se venissero portati da una temperatura molto bassa (non so da voi, ma da me per stare nel garage d'inverno diciamo che ci vuole una certa qual dose di "cuore"...) alla temperatura di fusione in pochi istanti, come avverrebbe se li saldaste direttamente nello stato in cui si trovano. Inoltre il preriscaldo eviterà il repentino raffreddarsi della saldatura, problema cui abbiamo già accennato in precedenza, e che abbiamo visto rendere fragile il metallo nella zona interessata.



10) Take it easy


Prendetevela comoda. Se siete arrivati al punto della saldatura finale completa del telaio, significa che oramai siete alle battute conclusive: i pezzi sono stati tutti piegati, rifilati, sagomati, puliti e appuntati fra di loro, per cui non ha senso rovinare tutto proprio ora solo per la fretta di veder finita la propria opera. Ci sono bike builders che affermano di impiegare almeno 6 ore a saldare per intero un telaio (6 ore... al mio capo verrebbe un infarto... "eh?? quanto??? 6 ore per un telaio?!?!? semmai mi fai 6 telai in un'ora..."), ed è gente che lo fa di professione, quindi si suppone che un po' di mano ce l'abbia...


Va bene, i comandamenti dovevano essere 10, però questo è forse il più importante di tutti precedenti, per cui, senza voler essere in alcun modo blasfemo, o avere la presunzione di superare Nostro Signore nel numero dei comandamenti (ehi, e poi Lui era messo comunque meglio, visto che poteva permettersi di avere Mosè a fargli da segretario per scriverglieli, a me tocca fare tutto da solo sigh...) vi beccate anche l'undicesimo comandamento, anzi, il 10+1:


10+1) Nel dubbio, chiedete aiuto 


L'aver letto queste 4 righe non fa di voi dei saldatori, per cui se non vi sentite sicuri dei vostri mezzi, prima di affrontare la saldatura del telaio di una moto, cimentatevi con progetti più semplici (magari in cui nessuno può farsi del male.. ;) ) oppure chiedete l'aiuto di qualcuno di cui sapete che potete fidarvi per quel che riguarda la parte di saldatura del telaio del vostro chopper.


Vai alla Parte 1 de "I 10 comandamenti su come saldare il telaio di un chopper / bobber / moto custom" 


10 commenti:

  1. una cosa manca, ed è quella che richiama poi la preghiera del saldatore citata nella prima parte... se saldate a filo o a tig aprite il gas.... se non lo fate (e vi assicuro che è frequente) vi appare un cordolo tutto bolle che dovete obbligatoriamente spianare.

    il fabbro delle badesse

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbè, i "fondamentali", del tipo "apri il gas e attacca la massa" li davo per acquisiti.. :P

      Elimina
  2. qualche stronzata la dite cmq tutto sommato vi arrangiate,foto delle sadature dove si possono vedere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cos'è, hai intenzione di farmi un controllo radiografico da una foto su internet? :D
      Chiariamo subito una cosa, che è scritta chiaramente anche in calce al blog: "Tutti i dati ed i contenuti presenti in questo blog sono forniti a titolo puramente informativo, sulla base delle mie (poche) conoscenze e della mia (piccola) esperienza personale; questo è quello che faccio e come lo faccio io nel mio garage" etcetc..
      Non sto cercando di convincere nessuno, non sto vendendo niente a nessuno (non c'è nemmeno la pubblicità sul blog!) e di conseguenza non ritengo di dover dimostrare niente a nessuno, nemmeno all'illustrissimo Sig. Anonimo in persona.

      Elimina
    2. ah e comunque qualche saldatura se guardi a giro per il blog ci sta che la vedi... ;)

      Elimina
  3. scusa ingeniere dimenticavo difare un,osservazione:la saldatura a filo non è elastica e quindi non è prorpio adatta ad un telaio da moto,saldo da quasi 20 anni purtroppo e ti garantisco che saldare a filo i puynti più sottoposti a stress meccanico non è una bella cosa la meglio è a elettrodo per tutte le sue proprietà ma bisogna essere esperti..... parlate di cianfrino ma la penetrazione sapete cosa è? emettere una spina all'interno del giunto che raffirza il tutto non è meglio? date consigli buoni e informatevi bene, le cose che dite ci sono su internet.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di osservazioni da fare sull'italiano ce ne sarebbero ben più d'una, ad ogni modo non mi sembra di aver mai raccomandato la saldatura a filo... o una tecnica di saldatura piuttosto che un'altra(cito): "Siete dei mostri con l'elettrodo? Usate quello (ci sono state fatte moto intere!)."

      Comunque hai ragione, tutte le moto oggi in commercio sono saldate ad elettrodo, sia quelle prodotte industrialmente che quelle fatte artigianalmente da customizer professionisti

      Sul sapere cos'è la penetrazione mi risparmio le battutine, perchè si andrebbe sul personale.. :D

      Ciao e benvenuto a bordo!

      Elimina
    2. Caro signor anonimo critichi gli altri ma tu di processo di saldatura ne sai altrettanto poco, innanzi tutto tutti i telai tranne i racing sono saldati a filo dipende dal tipo di acciaio da eventuale preriscaldo ed eventuale trattamento distensivo post saldatura .

      Elimina
    3. Caro signor anonimo critichi gli altri ma tu di processo di saldatura ne sai altrettanto poco, innanzi tutto tutti i telai tranne i racing sono saldati a filo dipende dal tipo di acciaio da eventuale preriscaldo ed eventuale trattamento distensivo post saldatura .

      Elimina
  4. grande! non avrei saputo spiegarlo meglio!

    RispondiElimina